98° Corso A.U.C. Cesano di Roma (RM)


Vai ai contenuti

Formula

Il Corso > Giuramento

GIURAMENTO




In Italia la formula del giuramento è prevista attualmente all'art. 2 della Legge 11 luglio 1978, nr.382 «Norme di Principio sulla Disciplina Militare»; la formula, unica per tutti i cittadini italiani che rivestono lo status di militare, recita:

Giuro di essere fedele alla Repubblica
italiana, di osservare la Costituzione

e le leggi e di adempiere con disciplina
ed onore tutti i doveri del mio stato

per la difesa della Patria e la
salvaguardia delle libere istituzioni



Il giuramento, come prescritto all'art. 6 del Regolamento di Disciplina Militare approvato con Decreto del Presidente della Repubblica datato 18 luglio 1986 nr.545, si presta in forma solenne, alla presenza della bandiera e del comandante del corpo; deve essere rinnovato ad ogni cambiamento di categoria del militare.

Gli ufficiali ed i sottufficiali(ora ruoli ispettori/marescialli e sovrintendenti/sergenti)ed i volontari in servizio permanente, prestano giuramento individuale, gli altri militari in ferma prefissata di norma collettivamente.

Il Regolamento di Disciplina Militare del 1986 (SMD-G-002) ora in vigore elenca puntualmente, al Titolo III, i doveri che i militari assumono con il proprio giuramento.

Il giuramento è valido solo se avviene al cospetto della bandiera della Repubblica (solitamente la bandiera di guerra) e del comandante del Corpo.




Torna ai contenuti | Torna al menu